Ubaldo Bianchi climatologo e storico parmigiano


Il Gruppo Esperto CEA sulla Crisi climatica, in collaborazione con l’Osservatorio Meteorologico dell’Università di Parma, ha scritto il lavoro scaricabile da questa pagina, liberamente tratto dal Dizionario dei Parmigiani di Roberto Lasagni.
Se Parma può vantarsi di essere tra le poche città al mondo dotate di una cronaca meteorologica pressoché ininterrotta di quasi duecentocinquant’anni, oltre che per merito dell’Osservatorio della propria Università, è anche grazie a Ubaldo Bianchi storico e meteorologo precursore della climatologia moderna; egli eseguì personalmente osservazioni ininterrotte dal 1772 al 1828, registrando ogni giorno temperatura, pressione, soleggiamento, nuvolosità, pioggia, vento e nebbia, per la ragione che “le osservazioni meteorologiche sono necessarie per la cognizione dei climi”.

Citazione del lavoro: Gruppo Esperto Crisi Climatica CEA, 2021. Ubaldo Bianchi climatologo e storico parmigiano. Pubblicazione elettronica del Centro Etica Ambientale di Parma, 14 gennaio 2021, 4p. https://www.centroeticambientale.org

Scarica pdf cea-pubbl-elettr-ubaldo-bianchi-2021.pdf
Impiego delle Proiezioni Climatiche in Emilia Romagna
Ubaldo Bianchi climatologo e storico parmigiano