357 M€ DEL PNRR PER 56 INTERVENTI DI RINATURAZIONE DEL FIUME PO

Resoconto dell’incontro inter-istituzionale organizzato da Legambiente Aironi del Po alle Scalette di Roccabianca domenica 10 luglio 2022








I territori delle Regioni bagnate dal corso del Po, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto, sono destinatari di un finanziamento di 357 M€, inserito nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), per interventi di “Rinaturazione dell’area del Po”.


Le aree d’intervento sono distribuite dal Piemonte al delta e collegano il fiume agli ambiti perifluviali funzionalmente connessi per una superficie totale superiore ai 20.000 ettari.

Si tratta di misure di portata storica per le dimensioni territoriali del progetto e per le modalità di intervento che, con finanziamenti e tempi certi, superano il tradizionale approccio idraulico e mirano alla ricostruzione di un grande corridoio ecologico.

Le due strutture tecniche sovraregionali, Autorità di Bacino Distrettuale fiume Po (AdB Po) e Agenzia Interregionale per il fiume Po (AIPo), in accordo con il Ministero della Transizione Ecologica (MiTE) hanno già provveduto ad una serie di adempimenti culminati nel marzo 2022 con la redazione di un Piano d’Azione da parte di AdB Po che, una volta approvato al MiTE, sarà consegnato ad AIPo quale soggetto deputato alla sua attuazione.

Nell’insieme, il Piano d’Azione, prevede 56 aree d’intervento, distribuite dal Piemonte al delta, descritte in altrettante “schede di intervento”, che definiscono i perimetri d’intervento sul fiume e sugli ambiti perifluviali funzionalmente connessi in per una superficie totale superiore ai 20.000 ettari.

Detto che per ambiti perifluviali si intendono gli spazi golenali al cui interno assumono un ruolo chiave le lanche, gli interventi di rinaturazione sono riconducibili alle seguenti tipologie:

1. riqualificazione di lanche e rami abbandonati posti dietro i pennelli;

2.  riattivazione e riapertura di lanche e rami abbandonati e apertura di nuovi rami fluviali per uno sviluppo lineare totale di oltre 50 km;

3. riduzione dell’artificialità dell’alveo, in particolare adeguamento (abbassamento) dei pennelli spondali;

4. riforestazione diffusa naturalistica

5. contenimento di specie alloctone invasive
 

Scarica il resoconto tavola rotonda Roccabianca domenica 10 luglio 2022



LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO E LA TUTELA DELL’AMBIENTE
Parte il processo partecipativo sul Contratto di Fiume Valle dell’Enza
Centro Laudato si’ - inaugurazione 3 luglio 2021 - photo gallery
Impatto Covid-19 sui Sustainable Development Goals (SDGs)
22 aprile - Giornata della terra
Rifiuti - Comuni ricicloni 2018
Premiati Borgo Taro e Mezzani
Progetto Interreg Central Europe AWAIR
Progetto Life prepAIR
(Po Regions Engaged to Policies of AIR)
FEBBRAIO 2022 - MASSIMO MAZZER SU “GAIA” METTE I NUMERI SUI FUTURI DELL’ENERGIA ELETTRICA VERDE
RISCALDAMENTO CLIMATICO: EMILIA ROMAGNA SOPRA LA MEDIA GLOBALE - VALLONI E FANTINI GIUGNO 2022
DALL’APPROCCIO RAZIONALE ALL’ETICA DEL PENSIERO COME GUIDA PER LA CURA DELL’AMBIENTE NATURALE – OSTELLINO GIUGNO 2022
SCARSITÀ E SOSTENIBILITÀ IDRICA: SETTE PILASTRI DI SAGGEZZA - PUMA GIUGNO 2022
GRANDE SECCA DEL PO - 2022 ANNO RECORD PREANNUNCIATO - VALLONI GIUGNO 2022
357 M€ DEL PNRR PER 56 INTERVENTI DI RINATURAZIONE DEL FIUME PO
Questo sito web utilizza i cookie
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.
Necessari
Statistiche
Accetta tutti Accetta selezionati Rifiuta
Impostazioni cookie
Necessari
Questi cookie sono richiesti per le funzionalità di base del sito e sono, pertanto, sempre abilitati. Si tratta di cookie che consentono di riconoscere l'utente che utilizza il sito durante un'unica sessione o, su richiesta, anche nelle sessioni successive. Questo tipo di cookie consente di riempire il carrello, eseguire facilmente le operazioni di pagamento, risolvere problemi legati alla sicurezza e garantire la conformità alle normative vigenti.
Statistiche
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.