VIAGGIO NELL’ALVEO DELLA PARMA A FINE OTTOBRE 2022

Rilievo fotografico del tratto urbano della Parma trascorso un anno particolarmente caldo e siccitoso




I dati registrati dall’Osservatorio Meteorologico dell’Università di Parma, elaborati da Paolo Fantini, ci dicono che in città il mese di ottobre 2022 è stato il più caldo di sempre a partire dall’inizio delle osservazioni nell’anno 1878. La temperatura media di ottobre è stata di 19,0 °C che è superiore di ben 3,9 °C rispetto alla media del trentennio di riferimento 1991-2020, pari a 15,1 °C.

Identicamente, la temperatura media dei primi dieci mesi (1 gennaio - 31 ottobre) assegna ancora al 2022 il record dell’anno più caldo con una media di 18,0 °C che è superiore di 1,3 °C rispetto alla media del trentennio di riferimento 1991-2020, pari a 16,7 °C. Se in luogo delle medie si analizzano le temperature massime e le minime il quadro non cambia.

Per quanto riguarda le precipitazioni nel mese di ottobre sono stati registrati solo 2,2 mm di pioggia contro i 104,6 mm del trentennio di riferimento 1961-1990. Anche le previsioni che si spingono all’ultima settimana di novembre 2022, per quanto incerte, mostrano per le due settimane centrali del mese il passaggio di un paio di perturbazioni che transiteranno abbastanza velocemente per cui, almeno in città, i torrenti Parma e Baganza si manterranno in secca.

Un indicatore particolarmente rappresentativo della ricaduta ambientale di questa condizione di siccità estrema è l’alveo della Parma. Alla fine del mese di ottobre, storicamente caratterizzato da piene notevoli, se non catastrofiche come quella del 2014, il torrente è totalmente a secco. Subito a valle del ponte Stendhal il torrente Cinghio riversa nella Parma un rigagnolo d’acqua di scarico industriale che si disperde e ristagna in acquitrini sparsi fino a Ponte Caprazucca.

Per stabilire una condizione di riferimento e per stimolare una riflessione sulle pressioni che il mutato clima esercita sulla natura e sulla risorsa acqua il CEA ha svolto un rilievo per immagini dell’alveo della Parma negli ultimi tre giorni del mese di ottobre 2022. Il tratto d’alveo percorso, lungo cinque chilometri circa, va dal ponte De Gasperi sulla tangenziale sud al ponte Europa posto subito a nord della ferrovia.

La rappresentazione che ci è fatta dal torrente che taglia la città esprime nel modo più semplice e diretto lo stato della risorsa idrica, posta alla base del nostro buon vivere e, più in generale, lo stato di salute della porzione più significativa di natura urbana conservata.

Dalla cruda galleria fotografica della Parma di fine ottobre 2022, volutamente presentata senza commenti, occorrerà prendere spunto per approfondire la dinamica delle trasformazioni ambientali in corso.

In particolare occorrerà accertare l’efficacia della ricarica delle falde che, storicamente, sono rimpinguate dalle precipitazioni autunnali e primaverili, a fronte del ripetersi di inverni con poca neve, primavere con poca pioggia e in particolare di un ottobre e probabilmente di un novembre 2022 con i torrenti, principali agenti della ricarica, che nel loro tratto di pianura rimarranno in secca.


Scarica pdf: "Un viaggio nell’alveo della Parma"


Link al video breve Sopralluogo nell’alveo della Parma 31.10.22”




VIAGGIO NELL’ALVEO DELLA PARMA A FINE OTTOBRE 2022
357 M€ DEL PNRR PER 56 INTERVENTI DI RINATURAZIONE DEL FIUME PO
GRANDE SECCA DEL PO - 2022 ANNO RECORD PREANNUNCIATO - VALLONI GIUGNO 2022
SCARSITÀ E SOSTENIBILITÀ IDRICA: SETTE PILASTRI DI SAGGEZZA - PUMA GIUGNO 2022
Parte il processo partecipativo sul Contratto di Fiume Valle dell’Enza
Centro Laudato si’ - inaugurazione 3 luglio 2021 - photo gallery
Impatto Covid-19 sui Sustainable Development Goals (SDGs)
22 aprile - Giornata della terra
Rifiuti - Comuni ricicloni 2018
Premiati Borgo Taro e Mezzani
Progetto Interreg Central Europe AWAIR
Progetto Life prepAIR
(Po Regions Engaged to Policies of AIR)
FEBBRAIO 2022 - MASSIMO MAZZER SU “GAIA” METTE I NUMERI SUI FUTURI DELL’ENERGIA ELETTRICA VERDE
RISCALDAMENTO CLIMATICO: EMILIA ROMAGNA SOPRA LA MEDIA GLOBALE - VALLONI E FANTINI GIUGNO 2022
DALL’APPROCCIO RAZIONALE ALL’ETICA DEL PENSIERO COME GUIDA PER LA CURA DELL’AMBIENTE NATURALE – OSTELLINO GIUGNO 2022
Questo sito web utilizza i cookie
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.
Necessari
Statistiche
Accetta tutti Accetta selezionati Rifiuta
Impostazioni cookie
Necessari
Questi cookie sono richiesti per le funzionalità di base del sito e sono, pertanto, sempre abilitati. Si tratta di cookie che consentono di riconoscere l'utente che utilizza il sito durante un'unica sessione o, su richiesta, anche nelle sessioni successive. Questo tipo di cookie consente di riempire il carrello, eseguire facilmente le operazioni di pagamento, risolvere problemi legati alla sicurezza e garantire la conformità alle normative vigenti.
Statistiche
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.